A PADOVA IL LASCIAPASSARE PER RIO

Fraser-Pryce_Solomon

Tutto pronto per il XXX Meeting internazionale di atletica leggera, in programma allo Stadio Euganeo (ingresso gratuito) dalle 16.45: Fraser-Pryce e Silva le stelle. Il Dt della nazionale azzurra Magnani: «Per Rosa, Schembri, Malavisi e Pedroso il risultato sarà decisivo per gareggiare ai Giochi Olimpici»

 

Trenta edizioni da festeggiare assieme. Tutto è pronto per il XXX Meeting internazionale “Città di Padova” di atletica leggera, domenica 17 luglio allo Stadio Euganeo, dalle 16.45. Un anniversario importante, che sarà celebrato nel migliore dei modi nel momento clou della stagione proiettata sui Giochi Olimpici di Rio.

Tra le big spicca il nome di Shelly-Ann Fraser-Pryce, regina d’oro dello sprint mondiale, con due medaglie olimpiche e sette iridate. La titolatissima giamaicana – che vanta un primato personale di 10”70 – torna a Padova dopo l’esaltante vittoria colta nel 2015, quando ha migliorato il record della manifestazione (10”98), soffiandolo a Merlene Ottey. L’altra star del Meeting sarà l’astista Yarisley Silva, atleta cubana, argento olimpico a Londra 2012 e campionessa del mondo a Pechino 2015. Nel giavellotto ecco la bielorussa, campionessa d’Europa, Tatsiana Khaladovich, venerdì sera capace di confermarsi a Monaco con un ottimo lancio da 65.62 metri, e a Padova pronta a puntare al record della manifestazione, stabilito nel 2010 dalla tedesca Christina Obergfoll (63.39). Occhio poi alla sfida nei 100 maschili fra il sudafricano Henricho Bruintjies e gli americani Quentin Butler, Ronnie Baker e Calesio Newman sul filo dei 10 secondi.

E l’Italia? Ce ne sarà davvero tanta nell’evento organizzato da Assindustria Sport, con il numero degli atleti azzurri salito a 48, considerando esclusivamente le gare del settore assoluto. Fra questi, cinque sono già stati convocati dal Direttore tecnico Massimo Magnani nella nazionale che gareggerà ai Giochi Olimpici, vale a dire Giordano Benedetti, campione italiano in carica negli 800, le quattrocentiste Maria Benedicta Chigbolu, Marta Milani e Chiara Bazzoni, compagne della 4×400 terza ad Amsterdam, e la cubana di Padova Yusneysi Santiusti Caballero che, dopo il quinto posto di Amsterdam, a Monaco, venerdì sera, ha portato il suo primato stagionale a 2’00”04, vicinissima a scendere sotto il muro dei 2’ negli 800. Ma per altri quattro, proprio il Meeting “Città di Padova” sarà decisivo per andare (o non andare) ai Giochi.

«Per Yadis Pedroso, frenata da un infortunio nel corso della stagione, è prevista una verifica agonistica entro il 17 luglio, che a quel punto renderà effettiva la convocazione» ha spiegato il Direttore tecnico della Federazione Massimo Magnani – che sarà presente allo Stadio Euganeo – motivando le sue scelte in ottica Rio, dove l’Italia si presenterà con «una formazione composta in larghissima parte da uomini e donne che hanno dimostrato competitività a livello internazionale, il requisito fondamentale per affrontare una manifestazione come l’Olimpiade. L’elenco potrebbe anche ampliarsi nelle prossime ore, visto che esiste un altro piccolo gruppo di atleti che continueremo a monitorare fino alla scadenza delle iscrizioni, prevista per domenica 17 luglio. Per intenderci, dovranno dimostrare una consistenza agonistica prossima al loro rendimento medio stagionale. Da Chiara Rosa, Sonia Malavisi e Fabrizio Schembri, in possesso dello standard di qualificazione, ma protagonisti di prove negative agli Europei (o assenti, come nel caso di Schembri), ci attendiamo, ai fini della convocazione ai Giochi, un risultato uguale o superiore allo standard di qualificazione». Ebbene, il Meeting “Città di Padova” vedrà impegnati Yadisleidy Pedroso (400hs), Sonia Malavisi (asta), Chiara Rosa (peso) e Fabrizio Schembri (triplo), chiamati a giocarsi il loro sogno olimpico.

E un piccolo “sogno” lo vivranno anche cinque atleti di casa, che si sono guadagnati sul campo l’opportunità di confrontarsi con i campioni dell’atletica internazionale. Impegnati nel Meeting saranno infatti anche i portacolori di Assindustria Sport Lodovico Cortelazzo (200 under 23), Carol Zangobbo (100), Emilio Perco (800), Marco Massaro (110hs) e Tommaso Parolo (peso).

I RISULTATI. Sarà possibile seguire i risultati del Meeting in tempo reale dal sito www.atleticamondiale.it e a questo link diretto: http://www.fidal.it/risultati/2016/COD5465/Index.htm

DIRETTA RAI. L’evento di domenica 17 luglio sarà trasmesso in diretta su Rai Sport 2 con il commento di Franco Bragagna: vetrina nazionale di due ore per Padova, dalle 19 alle 21, quando si esibiranno gli atleti del settore assoluto.

Nella foto (di Antonio Muzzolon) Shelly-Ann Fraser-Pryce prima sul traguardo del Meeting 2015