ASPETTANDO IL MEETING, 1ª PUNTATA: 1987

Mennea0018

Pronti per il Meeting? A poco più di tre settimane dall’evento internazionale di domenica 6 settembre iniziamo un breve viaggio in sei tappe fra alcune delle sue edizioni più significative. Per rivivere le emozioni degli scorsi anni e assaporare un anticipo di quelle che vivremo. Partiamo… dall’inizio!

13 SETTEMBRE 1987. L’Atletica Mondiale sbarca a Padova una settimana dopo la conclusione dei campionati iridati di Roma, trasferendo direttamente dalla pista dell’Olimpico a quella dell’Arcella campioni del calibro di Calvin Smith (campione mondiale dei 200 metri ed ex recordman dei 100 con 9.92), Said Aouita (senza dubbio il più grande mezzofondista degli anni Ottanta, all’epoca primatista mondiale di 1500, 2000 e 5000 metri) e Stefka Kostadinova.
Ed è proprio la bella saltatrice in alto bulgara a fare registrare il più grosso risultato tecnico della manifestazione, valicando l’asticella posta a quota 2,05 e sbagliando di un soffio i 2,10.
L’attenzione dei 5.000 spettatori assiepati in tribuna è però tutta per un “attempato” signore, che per l’atletica italiana rappresenta una sorta di leggenda: Pietro Paolo Mennea (nella foto). La “freccia del Sud” al suo terzo rientro agonistico, senza fare caso ai suoi trentacinque anni, mette in riga i più giovani avversari fermando il cronometro a 20”76.