“SALTI IN PIAZZA”: L’ALLIEVA SONIA MALAVISI SFIDA LA MAESTRA YARISLEY SILVA

L’azzurra dallo scorso ottobre si allena a Cuba assieme alla campionessa del mondo di Pechino 2015: venerdì 31 maggio animeranno la manifestazione in programma in Prato della Valle a Padova. «A l’Avana per fare un salto di qualità nella mia carriera». Attenzione alla venezuelana Peinado e Bruni e Gherca

 

L’allieva e la maestra. Tra i motivi di interesse legati alla seconda edizione di “Salti in piazza” – evento gratuito che la sera di venerdì 31 maggio porterà nello splendido scenario offerto da Prato della Valle, a Padova, alcuni dei migliori specialisti internazionali dell’asta, chiamati a sfidarsi su una pedana certificata Iaaf – c’è anche la loro sfida nella sfida. In pedana nella gara femminile si incroceranno infatti la favorita Yarisley Silva, due volte campionessa del mondo, un argento olimpico, due bronzi iridati, 6 titoli nazionali del suo paese e uno stratosferico primato personale a quota 4.91 metri, e l’azzurra Sonia Malavisi, campionessa italiana assoluta indoor in carica, vincitrice di 4 titoli italiani giovanili e detentrice del record nazionale juniores. E non è un incrocio qualsiasi il loro: dallo scorso ottobre Sonia ha infatti compiuta una scelta di vita coraggiosa e significativa, che l’ha portata ad allenarsi proprio assieme a Silva e al suo tecnico Alexander Navas a L’Avana. Una scelta che pare proprio aver pagato, tant’è che al debutto indoor, a febbraio, ha portato il suo primato a 4.44 metri, per poi ritoccarlo ad Ancona, salendo a 4.50 e vincendo il titolo (mentre all’aperto vanta un 4.51 realizzato nel 2016 proprio al Meeting internazionale “Città di Padova”).

Sonia, in una bella intervista al sito atleticalive, aveva motivato così la sua decisione: «I pensieri sono stati tanti, in primis perché Cuba non è un paese facile, anche e soprattutto per la vita quotidiana (un esempio stupido ma non banale: ormai siamo abituati ad essere connessi su internet 24h su 24, lì invece la connessione sarà possibile solo in determinati punti della città, pagando a ore); sia per il fatto di catapultarmi da sola dall’altra parte del mondo in una realtà completamente diversa. Ma il tutto è stato superato dal fatto che sono fermamente convinta del progetto tecnico e del privilegio di potermi allenare quotidianamente con un’atleta da 4.90 e del sentirmi pronta a 24 anni di investire su me stessa per poter puntare a fare il grosso salto di qualità, per non lasciare nulla di intentato».

Non ci saranno però solo loro, a contendersi la vittoria. Limitandosi alla gara femminile, saliranno in pedana anche la primatista venezuelana Robeilys Peinado, bronzo mondiale, e le azzurre Roberta Bruni, vincitrice di 5 titoli nazionali, e Maria Roberta Gherca. La prova maschile non sarà da meno e prima, dalle 17.30, ci sarà spazio per i bambini tra gli 8 e gli 11 anni che partecipano a “Coloratletica”, e poi, dalle 19, per quelli un po’ più grandi di scena nel “Grand Prix di Velocità”, sui 50 metri piani, sempre in Prato della Valle. Dalle 20, poi, toccherà ai campioni, per uno spettacolo garantito.

 

Nella foto, tratta dalla pagina Facebook di Sonia Malavisi, il suo gruppo di lavoro cubano: Silva è la prima a sinistra, lei la prima a destra