STANO, PALMISANO E NORMAN: IL MEETING INTERNAZIONALE “CITTÀ DI PADOVA” ANNUNCIA I SUOI PRIMI CAMPIONI OLIMPICI

Prime anticipazioni sul cast dell’evento in programmadomenica 5 settembre allo Stadio Colbachini

Tre freschi campioni olimpici, tanto per cominciare alla grande. Il cast della XXXIV edizione del Meeting internazionale “Città di Padova” sarà svelato nella conferenza stampa in programma venerdì 3 settembre a Palazzo Moroni (alle ore 12), ma intanto Assindustria Sport, società organizzatrice dell’evento, nel giorno in cui aprono le prenotazioni dei biglietti per assistere alla rassegna in programma domenica 5 settembre allo Stadio Colbachini (dalle ore 17.30) è lieta di anticipare i primi nomi. E sono quelli di atleti di livello stellare.

Il primo big a scendere in pista è un atleta per certi versi di “casa”, Massimo Stano, che gareggia per le Fiamme Oro Padova. Al Colbachini si cimenterà sui 2.000 metri, distanza insolita per lui che si è presentato in Giappone con la consapevolezza di chi sapeva che poteva riuscire nell’impresa e passo dopo passo è riuscito a sbaragliare la concorrenza sui 20 km, dando un seguito alla felice tradizione azzurra che nella stessa specialità già contemplava i successi a cinque cerchi di Damilano (a Mosca ’80) e Brugnetti (ad Atene 2004).

50 minuti più tardi sarà il turno della sua collega di specialità Antonella Palmisano, campionessa olimpica dei 20 km di marcia ai Giochi di Tokyo. Conosciuta come “la marciatrice con la testa in fiore” per il fiore di feltro confezionatole dalla mamma che usa per fermare i capelli, la portacolori delle Fiamme Gialle in Giappone ha condotto una gara strepitosa, trascorsa in testa dall’inizio alla fine, arrivando per prima al traguardo tagliato a Sapporo. A Padova si cimenterà anche lei sui 2.000 metri, puntando a ripetere le gesta di un’altra straordinaria specialista del tacco-punta, Ileana Salvador, che nel 1993 sulla stessa pista ha realizzato la miglior prestazione mondiale sui 3 km di marcia (11’48”24).

Sin qui due fuoriclasse che hanno fatto sognare l’Italia. Ma al Colbachini sarà di scena anche uno dei componenti della 4×400 degli Stati Uniti medaglia d’oro a Tokyo, squadra che in Giappone ha offerto una prova fantastica bloccando il cronometro in 2’55”70 e chiudendo davanti all’Olanda e al Botswana: è Michael Norman, vale a dire il secondo atleta nella storia, dopo Wayde van Niekerk, a scendere nei 100 sotto i 10 secondi, nei 200 sotto i 20 secondi e nei 400 sotto i 44 secondi. E a conferma dell’incredibile eclettismo di Norman è il fatto che al Colbachini non gareggerà nei 400 ma nei 100, specialità in cui vanta un eccezionale primato personale di 9”86.

A proposito di sprint: in attesa di ufficializzare gli altri nomi, Assindustria Sport anticipa che saranno 7 gli atleti che in carriera hanno saputo abbattere il muro dei 10” nei 100 metri, ai blocchi di partenza il 5 settembre. Tantissime le stelle attese per un evento che torna dopo la pausa forzata del 2020, offrendo al pubblico 14 gare, tutte imperdibili e tutte da scoprire. Ancora pochi giorni di attesa e il cast sarà svelato. Nel frattempo, nel primo pomeriggio, apriranno le prenotazioni dei biglietti per essere presenti all’evento che, come indicato dalle linee guida governative, sarà aperto al pubblico ma con ingressi limitati.

Le prenotazioni si potranno effettuare online direttamente dal sito del Meeting (https://www.atleticamondiale.it, nella pagina “Prenotazioni biglietti”). Sarà possibile pagare e ritirare i biglietti al box office dello stadio (muniti di Green pass) sabato pomeriggio dalle 15.30 alle 19 e domenica dalle 15 in poi. Questi i prezzi:Tribuna Nuova 10 euro biglietto intero – 5 euro biglietto ridotto (Under 12); Tribuna Storica 15 euro biglietto intero – 8 biglietto ridotto (Under 12).

Nelle foto Antonella Palmisano (Colombo/Fidal)